Marmellata di bucce e polpa di bergamotto

Girovagare online come uno Sherlock Holmes del gusto a volte premia con dei gran bei risultati! Infatti proprio durante una “spedizione” alla ricerca di qualità ho scovato  Fruttaweb, il primo e-commerce tutto italiano in cui è possibile scegliere, acquistare e farsi comodamente recapitare a casa oltre 1.300 tipi di frutta e verdura fresca italiana ed esotica. Non ci potevo credere: un vero lunapark del gusto in cui è splendido perdersi!!!

Tra i tanti prodotti proposti la mia attenzione è stata subito attirata dal bergamotto: lo avevo già provato tempo fa e il suo profumo e sapore inconfondibile e caratteristico mi avevano conquistata all’istante.

Lo avevo anche cercato invano per qualche tempo: questo agrume dalle mille virtù è molto diffuso al sud mentre qui al nord si trova con moltissima fatica. O meglio, si trovava con moltissima fatica perché ora…c’è Fruttaweb 😉

Morale: ne ho acquistato un filino in più del necessario (ehmmm….lo so….quando si parla di ottimo cibo mi scompare il senso della misura!) e allora io & Mr B abbiamo deciso di provare ad utilizzarlo anche per farne una via di mezzo tra una composta e una marmellata. Abbiamo aggiunto pochissimo zucchero e abbiamo sfruttato la polpa ed anche la buccia sbianchita dei frutti. Zero sprechi, tutto gusto!

Perfetta per i dolci, questa marmellata ti sorprenderà anche abbinata a gusti salati. A breve ti racconterò come l’ho utilizzata per i miei piatti ma non temere, una volta preparata troverai mille e un modo per finirla in un attimo 😉  Enjoy ♥

img-responsive

La ricetta

  • Portata - Dolci
  • Preparazione - 10'
  • Cottura - 40'
  • Porzioni - 1 vasetto - 250 gr

Ingredienti

3 – bergamotti non trattati calabresi (450 gr di polpa + buccia)
120 gr – zucchero semolato
q.b. – acqua

Preparazione

Inizia a preparare la marmellata di bucce e polpa di bergamotto lavando bene i frutti.

Aiutandoti con un coltellino ricava la pelle esterna evitando di asportare anche la parte bianca che è molto amara.

Taglia a metà della buccia a striscioline e trita grossolanamente l’altra metà.

Porta ad ebollizione un pentolino con acqua, raggiunto il bollore tuffaci le bucce e lasciale cuocere 2’ circa. Scolale, porta a bollore altra acqua e ripeti l’operazione per 3 volte complessive. In questo modo eliminerai gran parte dell’amaro pur mantenendo il sapore intenso della pelle del frutto.

Pela a vivo gli agrumi sbucciati, eliminando parte bianca, semi e pellicine interne. Taglia la polpa a pezzettoni e inseriscila in una casseruola antiaderente insieme allo zucchero. Versa nella casseruola acqua sufficiente a coprire la polpa di due dita e porta a bollore. Mescola, abbassa il fuoco e lascia cuocere senza coperchio per 40’ circa mescolando di tanto in tanto.Marmellata di bucce e polpa di bergamotto cottura

La marmellata sarà pronta quando sarà evaporata acqua sufficiente ad ottenere un composto morbido ma non acquoso. Togli la casseruola dal fuoco e aggiungi le bucce sbianchite.

Mescola bene e versa in uno o più contenitori di vetro lasciando raffreddare. Conserva in frigorifero per una settimana al massimo.

Marmellata di bucce e polpa di bergamotto ricetta velocePuò esserti utile sapere che…

Aumentando la dose di zucchero potresti utilizzare il bergamotto per una marmellata a lunga conservazione. Io ho preferito evitarlo perché amo i sapori poco zuccherini e credo che questo agrume dia il meglio di sé così, con un retrogusto amarognolo e profumatissimo. Ma chissà….potrebbe comunque essere un’ottima alternativa!

Vuoi chiedermi consigli e suggerimenti, raccontarmi le tue idee o anche solo salutarmi?

Ti aspetto sulla mia pagina FACEBOOK  PAPILLAMONELLA e su INSTAGRAM @papillamonella  Ci vediamo lì!

2 risposte a “Marmellata di bucce e polpa di bergamotto

  1. In Grecia (Atene) ho trovato la confettura di bergamotto con le bucce “eccezionalmente BUONA” non così nelle confetture calabresi.

    1. Alberto probabilmente dipende dal fatto che inserire anche le bucce richiede un sacco di lavoro in più (vanno sbianchite più volte) che non tutti i produttori vogliono o possono affrontare. Io la preparo in casa….e risolvo il problema 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *