Tarte tatin alle carote e topinambur

Conosci la tarte tatin? E’ una invenzione francese che nasce da…uno sbaglio! Si narra infatti che genitrici della tarta Tatin siano state Stephanie (Fanny) Tatin e la sorella Caroline, le quali gestivano l’omonimo albergo Tatin nel villaggio Lamotte-Beuvron, nella Loira. Durante la tradizionale preparazione della torta di mele, nel 1880, nella cucina dell’Hotel accadde un piccolo incidente: Stefany infornò una torta dimenticando nientepopòdimenoche…la pasta!

Mele tagliate e messe sul fondo della teglia, zucchero e burro e poi in forno. Accortasi della ‘svista’, su suggerimento della sorella, avrebbe steso l’impasto sopra le mele e a fine cottura avrebbe rovesciato il tutto per conferire al dolce la forma della tipica torta alle mele.

La torta ebbe un successo immediato, tanto da essere subito inserita nel menu dell’Hotel e inclusa nella prima edizione della guida Michelin (inizio Novecento). Mi piace pensare che Stefany abbia sbagliato non per fretta o per fatica ma perché innamorata e persa nei suoi pensieri…allora la Tarte Tatin diventerebbe uno squisito gesto d’amore e la dimostrazione che dagli errori fatti senza volere e mossi da un cuore gioioso possano nascere solo cose belle!

La torta salata che ti propongo oggi in realtà non nasce da un errore ma dalla precisa volontà di creare un piatto bello, buono e gustoso che sia perfetto per le cene in relax mie e di Mr B. Negli ingredienti che ho scelto, infatti, figurano tanti “amici del sonno” come carote, avena, ricotta, mandorle e curcuma. Ringrazio tanto Lorenza e Eleonora di Cucina Mancina per l’ispirazione ♥ e ti invito a provare la ricetta…è una vera pausa di puro relax 😉 Buon appetito e…dolce sano riposo! Enjoy ♥

img-responsive

La ricetta

  • Portata - Antipasto / piatto unico
  • Preparazione - 20' + riposo 30'
  • Cottura - 35'
  • Dimensioni teglia - Tortiera Ø 18cm

Ingredienti

350 gr – carote
260 gr – topinambur
115 gr – farina 1
100 gr – ricotta
45 gr – olio extravergine di oliva
30 gr – farina di avena
30 gr – vino bianco secco
20 gr – mandorle a lamelle
10 gr – zucchero di canna integrale
2 cucchiaini – curcuma
q.b. – sale
1 manciata – foglie di origano fresco

Preparazione

Per preparare la tarte tatin alle carote e topinambur mescola le farine setacciate con il sale e la curcuma. Aggiungi il vino, 40 grammi di olio e 10 grammi di acqua fredda e amalgama gli ingredienti tra loro prima con una forchetta poi a mano fino a formare un panetto. Lascia riposare per 30’ avvolto in pellicola trasparente.

Spela le carote e cuocile a vapore per 15’: dovranno essere ancora croccanti. Tagliale a rondelle di 1cm circa. Affetta il topinambur sottilmente aiutandoti con una mandolina.

Fodera una tortiera di diametro 18cm con carta forno e disponi le rondelle di carota coprendo tutta la superficie e incastonando negli interstizi le lamelle di mandorla

In una piccola pentola scalda lo zucchero di canna con 5 grammi di olio e 5 di acqua fino ad ottenere una sorta di caramello, lascialo intiepidire e versalo a filo sulle carote. Aggiungi le fettine di topinambur creando uno strato compatto e condiscile con una presa di sale, spalma uniformemente la ricotta che avrai mantecato in un contenitore con 1 cucchiaino di curcuma e poco sale e termina con un secondo strato di topinambur.

Stendi la frolla in uno spessore di qualche mm e adagiala sopra il topinambur rimboccandola bene ai bordi. Inforna in forno statico già caldo a 180° per 30’ e termina la cottura con 5’ di forno ventilato.

Sforna, lascia raffreddare e rigira la tarte tatin sul piatto di portata. Decora con foglioline di origano fresco e mandorle in scaglie

Tarte tatin alle carote e topinambur facile

Tarte tatin alle carote e topinambur lightTarte tatin alle carote e topinambur fetta

Può esserti utile sapere che…

La tarte tatin alle carote e topinambur sarà buonissima anche il giorno dopo, appena scaldata. Una idea perfetta anche per un pranzo al sacco o da portare in ufficio!

Vuoi chiedermi consigli e suggerimenti, raccontarmi le tue idee o anche solo salutarmi?

Ti aspetto sulla mia pagina FACEBOOK  PAPILLAMONELLA e su INSTAGRAM @papillamonella  Ci vediamo lì!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *