Baccalà all’agghiotta con terra di olive nere

Baccalà mon amour! Lo amo moltissimo: per il suo sapore deciso e inconfondibile, per la sua tenerezza e consistenza, per la versatilità che permette di cucinarlo in mille modi diversi. L’ho provato al vapore, mantecato, al forno, in pentola, al cartoccio… e ogni volta mi ha saputo stupire e conquistare.

Quando, grazie a Longino & Cardenal, ho scoperto i filetti di baccalà Giraldo, non sarei potata essere più felice: confezionato in pratiche monoporzioni e già condito, necessita solo di un passaggio (in forno, a bagnomaria o al microonde, direttamente nella sua busta) prima di gustarlo!

E così io e il Mr B ci siamo potuti sbizzarrire con il contorno, creando una sorta di “agghiota” rivisitata che ci ha regalato un sacco di soddisfazioni 😋

Il procedimento per preparare:

* la salsa di crème fraiche al cappero
* la terra di olive
* la crema di pomodoro
* i petali di cipolla

vi aspetta qui di seguito. Ma vi assicuro che questo baccalà è così buono da essere perfetto anche con una semplice maionese home made 😜 Che dite miei cari, vi ispira questa proposta? Buona deliziosa giornata 💖

img-responsive

La ricetta

  • Portata - Secondi
  • Preparazione - 30'
  • Cottura - 15'
  • Porzioni - 2 persone

Ingredienti

filetti di baccalà Giraldo “pronto da cuocere” – 2 (peso 135 g cad.)
pomodori perini – 250 g
olive nere – 150 g
capperi dissalati – 40 g
creme fraiche Beillevaire – 40 g
cipolle di Tropea – 1 piccola
sedano – 1 costa
uvetta – 1 cucchiaio
basilico greco – 1 mazzetto

Preparazione

Per preparare il Baccalà all’agghiotta con terra di olive nere inizia con le olive: elimina il nocciolo, tritale grossolanamente a coltello e disponile su una teglia da forno ricoperta con carta forno. Inforna in forno ventilato a 80° per 3 ore circa o fino a quando le olive risulteranno ben secche. Frullale con un frullatore e, se dovessero sembrarti ancora umide, rimettile a essiccare in forno per altri 30 minuti*.

Per la crema di pomodoro dividi a metà i pomodori, disponili su una placca da forno ricoperta con carta forno e condisci con olio e origano in polvere. Inforna in forno ventilato a 180° per 30 minuti poi sforna e trasferisci i pomodori nel bicchiere di un frullatore a immersone. Frulla aggiungendo poco olio extravergine di oliva a filo. Se vuoi ottenere una salsa molto setosa passala in un colino a maglie fini.

Reidrata l’uvetta e taglia il sedano a dadini piccoli, poi dividi la cipolla di Tropea a metà per il lato lungo eliminando la pelle e lasciala stufare in pentola con un filo d’olio e un cucchiaio di acqua (copri con coperchio) fino a quando risulterà appena morbida. Sfoglia i petali e tieni da parte.

Frulla i capperi ben dissalati e passa la polpa in un colino a maglie fini, aggiungi la creme fraiche e mescola bene. Cuoci il baccalà a bagnomaria, mantenendo il prodotto all’interno della busta, per 5 minuti.

Impiatta iniziando con la salsa, aggiungi al centro la polvere di olive nere e adagia sulla polvere il trancio di baccalà e completa il piatto disponendo armoniosamente tutti gli altri ingredienti. Sei pronto a portare in tavola il tuo delizioso baccalà all’agghiotta con terra di olive nere. Buon appetito!

Baccalà all'agghiotta con terra di olive nere

BACCALA' GILARDO ALL'AGGHIOTTA

Baccalà all'agghiotta con terra di olive nere

Note

* Una volta pronta potrai conservare la povere di olive nere in un barattolo a chiusura ermetica da riporre in dispensa. La polvere si manterrà a lungo e la potrai usare per tutte le tue preparazioni, ad esempio per arricchire una insalata, sulla pasta o sulla tua pizza preferita!


RICETTA IN COLLABORAZIONE CON LONGINO & CARDENAL


Per tutte le novità dalla mia cucina, per chiedermi consigli e suggerimenti

o anche solo per salutarmi…segui la mia pagina FACEBOOK 

PAPILLAMONELLA

e il mio profilo INSTAGRAM @papillamonella

Ti aspetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.