FIVI 2017: gli abbinamenti dei vignaioli indipendenti

Si è sapienti quando si beve bene: chi non sa bere, non sa nulla”

Lo ha scritto Nicolas Boileau nel ‘600….chissà, in quei tempi remoti esisteva già un consorzio di vignaioli indipendenti antesignano del FIVI?

Ne dubito molto, daltronde non è che la libertà personale e associativa fosse così in voga in Francia, in quegli anni in cui le teste coronate erano ancora saldamente posizionate sopra spalle benestanti e tessuti preziosi.

Eppure questa frase contiene in sé una verità incontrovertibile: il vino è vita, cultura e sapere. Un intreccio di natura e lavoro umano unico e prezioso che si esprime in mille sfumature diverse e che per essere compreso ed apprezzato come merita richiede un approccio aperto e curioso. Per diventare “sapienti”, in campo enologico, serve il desiderio di andare oltre alla lieve – o profonda – ebbrezza che il vino sa regalare: serve la voglia di ascoltare e serve la fortuna di trovare chi abbia voglia di condividere e di insegnare.

Il FIVI di Piacenza è un’occasione perfetta, il momento in cui anche il più profano dei profani amanti del vino di qualità può conversare amabilmente con il più saggio dei vignaioli ed imparare a mente aperta il significato più profondo ed ancestrale del vino. Nel bicchiere del FIVI non viene versata in degustazione solo una bevanda ma tante storie emozionanti, intense, uniche.

Io non sono sommelier né tantomeno esperta, però grazie all’intenso e costante training del mio Mr B ho imparato cosa significa bere bene. E posso assicurare che vivere l’esperienza del FIVI è una emozione unica anche per i non addetti ai lavori. Quanti amicizie possono nascere tra i banchetti di degustazione, e quanto sono belli i visi e i sorrisi dei vignaioli, le vere #faccedafivi

Con pochi euro si ha diritto al biglietto di ingresso e al calice che consente di degustare le innumerevoli etichette proposte da oltre 500 vignaioli lì presenti in prima persona. E’ possibile poi noleggiare un carrello per fare la spesa, perchè il FIVI non è solo mostra ma anche mercato. Se siete amanti della qualità come lo siamo noi, vi consiglio di approdare a Piacenza con un furgoncino…sono così tante le eccellenze provenienti da tutta Italia che il bagagliaio di un capiente suv è a malapena grande abbastanza. Vero Mr B? 😉

Ma ora bando alle ciance, voglio farvi conoscere alcune delle #faccedaFIVI con cui ho avuto il piacere e l’onore di trascorrere tempo e di incrociare calici. I loro occhi sono illuminati dalla passione, e tutti i loro prodotti sono eccezionali. Una selezione tra cui pescare ad occhi chiusi 😉

Ad ognuno di loro ho chiesto, da brava Foodblogger, un abbinamento tra uno dei loro vini e il piatto preferito con cui degustarlo. Alcune risposte sono state facili da indovinare, altre decisamente sorprendenti. Ecco allora il mio ricordo/regalo portato a casa dal FIVI 2017: gli abbinamenti dei vignaioli indipendenti 🙂

#faccedafivi2017

Davide e Anna di LAZZARI VINI (Capriano del Colle – Lombardia):

Riserva degli Angeli – Capriano del Colle DOC rosso riserva – con un tradizionale spiedo bresciano

LAZZARI by PapillaMonella - FIVI2017


Thomas di THOMAS NIEDERMAYR (S. Michele/Appiano – Alto Adige)

TN 14 Solaris – vitigno autoctono – con piatti dal gusto asiatico o a pesci con carni grasse salmone o pescatrice


Ludovico Botti di TREBOTTI AZIENDA AGRICOLA BIOLOGICA (Castiglione in Teverina – Lazio)

Bludom – Aleatico passito – con gorgonzola…oppure con cioccolato amaro al 70%

3BOTTI by PapillaMonella - FIVI2017


Moreno di SILVANO FERLAT (Cormons – Friuli)

Vino del Paron o Le Grame – Malvasia istriana – con un profumato riso al curry

FERLAT by PapillaMonella - FIVI2017


Giovanna di BERRY AND BERRY (Balestrino – Liguria)

Lappazucche – vitigno autoctono a bacca rosata – con pizza e antipasti di salume

BERRY by PapillaMonella - FIVI2017


Leonardo di LEONARDO BUSSOLETTI (Narni – Umbria)

Ràmici – ciliegiolo di Narni – con cacciagione ma anche con pasta e fagioli

BUSSOLETTI by PapillaMonella - FIVI2017


Mario di I CLIVI (Corno di Rosazzo – Friuli)

Malvasia con cappelletti in brodo

CLIVI by PapillaMonella - FIVI2017


Milena di ERMES PAVESE (Morgex – Val D’Aosta)

Nathan – Blanc de Morgex – con gamberoni al forno lardellati

ERMES PAVESE by PapillaMonella - FIVI2017


Sergio e Franco di TORRAZZETTA (Borgo Priolo – Lombardia)

Intregh – malvasia – per Sergio, con lumache e Barlon – pinot nero – per Franco con salumi di qualità

TORRAZZETTA by PapillaMonella - FIVI2017


Alberto di RENATA PIZZULIN (Cormons – Friuli)

Teolis – sauvignon blanc – con tempura di verdure

PIZZULIN by PapillaMonella - FIVI2017


Valeria di FRECCIAROSSA  (Pavia – Lombardia)

Giorgio Odero – pinot nero – con petto d’anatra

FRECCIAROSSA by PapillaMonella - FIVI2017


Stefano e Francesco della AZ. AGRICOLA FOLLADOR FRANCESCO (Treviso – Veneto)

Prosecco Doc per Francesco, con ossada e risotto agli asparagi per Stefano con Millesimato

FOLLADOR by PapillaMonella - FIVI2017


Alessandro e Lavinia di VILLAJOB (Pozzuolo del Friuli – Friuli)

Ribolla Gialla con cuore e quinto quarto

VILLAJOB by PapillaMonella - FIVI2017

 


Luca di LA PIOTTA (Montalto Pavese – Lombardia)

89/90 bianco – riesling renano + chardonnay – con cernia al forno

PIOTTA by PapillaMonella - FIVI2017


Daniele di BERGAMINI (Colà di Lazise – Veneto)

Bardolino superiore con lesso e pearà

BERGAMINI by PapillaMonella - FIVI2017


Grazia di ADRIANO (Alba – Piemonte)

Basaricò – sauvignon – con pasta al pesto

ADRIANO by PapillaMonella - FIVI2017


Il FIVI2017 mi ha salutato con un ultimo incontro davvero fortunato presso lo stand della Azienda Agricola Barbacarlo, dove ho avuto due eccezionali piaceri: degustare l’ultima annata dello splendido vino di Maga Lino e conoscere Valerio Bergamini, scrittore poliedrico ed eclettico anfitrione con un bellissimo sguardo pieno di passione ed amore per la qualità. I piatti preferiti? Non uno solo ma addirittura 36, racchiusi in un piccolo libro tanto originale quanto interessante. E per conoscere tutta la storia di Lino Maga (anzi Maga Lino), niente di meglio che sfogliare l’ultimo lavoro di Valerio. Da agguantare al volo, perchè confermo: finisce subito!!!

Lino MAGA by PapillaMonella - FIVI2017



I credits per le foto, così come il mio amore per il buon vino, vanno tutti al mio Mr B che con competenza & infinita pazienza sa farmi appassionare e sa spiegarmi tanti segreti di questo mondo vasto, complesso e bellissimo.

Se anche tu adori il buon vino e le immagini splendide visita la sua GALLERY INSTAGRAM  @mrb_and_his_wine    Vedrai, c’è di che divertirsi 😉

Il tuo calice è ancora vuoto? Dai un’occhiata al reportage della mia visita al FIVI2016, troverai tanti aneddoti e curiosità tutte da de-gustare

Per tutte le news e i prossimi appuntamenti con i Vignaioli Indipendenti tieni d’occhio il sito ufficiale FIVI. Io comunque provvederò a tenerti sempre aggiornato sulla mia pagina FB PapillaMonella e sul mio profilo Instagram @papillamonella

Stay tuned…e buon vino a tutti ♥

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.