Crostata al cacao amaretti e mandarino

Avete mai provato a passeggiare tra dolci colline illuminate dalla calda luce dell’autunno?

Lo sguardo si perde verso un orizzonte che sembra infinito, attratto dal susseguirsi di pendii e avvallamenti e rapito da giochi di luce e ombra che disegnano un paesaggio rarefatto e inafferrabile… ma proprio per questo ancora più caro e prezioso, e capace di suggerire mille avventure tutte belle e tutte da vivere ✨

Ecco, questa è una semplice crostata ma se la osservate bene con gli occhi dell’immaginazione potrà rievocarvi proprio quel tipo di sensazioni, regalandovi un pizzico di dolce magia. Se poi deciderete di provarla… non sarà solo lo sguardo ad essere rapito ma il palato che farà salti di gioia ad ogni morso 😋

Semplice e facile, ma veramente d’effetto! Salvate e provate la ricetta miei cari, io ve la offro ben e vi auguro il più sognante dei giorni possibili! Enjoy ♥

img-responsive

La ricetta

  • Portata - Dolci
  • Preparazione - 30'
  • Cottura - 40'
  • Porzioni - 6 persone
  • Dimensioni stampo - tondo Ø  20 cm

Ingredienti

Per la frolla

uova medie – 1 intera + 1 tuorlo
zucchero di canna – 80 g
farina tipo 1 – 300 g
cacao amaro in polvere – 25 g
sale – 1 presa
olio di semi – 110 ml
lievito – 1/2 cucchiaino
latte vegetale – 50 ml

Per il ripieno e la finitura

Fiordiftutta mandarino e curcuma Rigoni di Asiago – 200 g
amaretti classici – q.b.
maraschino** – 50 ml

Preparazione

Per preparare la crostata al cacao amaretti e mandarino inizia preparando la frolla. In una ciotola setaccia la farina, aggiungi l’uovo intero e il tuorlo. Unisci anche lo zuchero di canna e l’olio poi prosegui con il lievito e il cacao in polvere setacciato. In ultimo unisci un pizzico di sale e inizia a impastare con i rebbi di una forchetta. Quando il composto inizierà a formarsi versa anche il latte vegetale e prosegui a impastare prima con la forchetta poi con le mani fino a ottenere una frolla liscia e omogenea.*

Dividi l’impasto a metà (un panetto dovrà essere poco più grande dell’altro), avvolgi i panetti in pellicola e lasciali riposare in frigo per mezz’ora. Trascorso il tempo di riposo riprendi i panetti, stendi il più grande tra due fogli di carta forno aiutandoti con un mattarello e ricopri la base di uno stampo per crostata.

Bucherella la frolla e riempi il guscio con la marmellata avendo cura di distribuirla uniformemente. A questo punto passa agli amaretti: intingili velocemente nel maraschino e disponili a cerchio sopra la marmellata fino a ricoprire tutta la superficie. Stendi il secondo panetto di frolla e adagialo sopra gli amaretti avendo cura di farlo aderire bene.

Con uno stuzzicadenti bucherella la frolla in più punti poi cuoci la tua crostata in forno statico già caldo a 180° per 40 minuti circa. Spegni il forno e lascia intiepidire la crostata nel forno spento e con lo sportello leggermente aperto.

Una volta raffreddata completamente spolverizza la superficie con cacao amaro in polvere. Taglia una fetta e gusta la tua deliziosa crostata al cacao amaretti e mandarino in tutta la sua golosa bontà!

Crostata al cacao amaretti e mandarino

Crostata al cacao amaretti e mandarino Rigoni di Asiago

Crostata senza burro con amaretti

torta doppio strato di frolla

fetta di crostata amaretti e cacao rigoni di asiago

fetta di torta pronta da guistare

Note

* Tieni a portata di mano qualche cucchiaio di farina in più e qualche cucchiaio di olio in più: le uova non hanno tutte un peso identico quindi potresti dover aggiustare la consistenza della frolla aggiungendo un poco olio se dovesse risultare troppo secca o qualche presa di farina se l’impasto risultasse invece troppo morbido

** Se preferisci evitare la componente alcolica puoi sostituire il maraschino con succo di arancia

Può esserti utile sapere che…

La crostata si manterrà perfetta per tre/quattro giorni conservandola in un luogo fresco e asciutto e sotto una campana per dolci.

I mandarini utilizzati per preparare Fiordifrutta mandarino e curcuma vengono raccolti per lo più nella zona di Palermo, da metà Novembre e fino al mese di Maggio, in base alle differenti varietà. A questi è aggiunta la curcuma bio, spezia dalle preziose proprietà e dall’intenso profumo. Il gusto: fresco e sorprendente!


Per tutte le novità dalla mia cucina, per chiedermi consigli e suggerimenti

o anche solo per salutarmi… segui la mia pagina FACEBOOK 

PAPILLAMONELLA

e il mio profilo INSTAGRAM @papillamonella

Ti aspetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *