Vellutata di pere e porri

Ci sono ricette che nascono per caso, in seguito a una ispirazione del momento o a ciò che offre il… frigorifero di casa. E poi ci sono ricette così perfette per te che, seppure inventate da qualcun altro, senti subito come tue! E’ il caso di questa vellutata: arriva da un vecchio numero di “Da noi”, una splendida rivista mensile che veniva regalata da Esselunga fino a qualche mese fa.

Quanto mi è spiaciuto quando la rivista ha smesso di essere pubblicata: per me era una vera e propria fonte di ispirazione! Ma, previdente come sempre, ho gelosamente collezionato ogni numero e moltissime ricette aspettano solo di rivivere nella mia cucina per venire fotografate e pubblicate su queste pagine. Quindi, se questa idea ti convince, stay tuned… nuove e golose idee stanno per arrivare!

Nel frattempo ti lascio qualche altra vellutata: per me questo è un vero comfort food che non può mancare in qualunque stagione! Eccoti allora la vellutata di zucca, carote e zenzero, la crema di cavolfiore e zenzero, la vellutata di catalogna al curry e la vellutata di mais e peperone. Quale scegli? Io non ho dubbi… me le gusterei tutte, proprio adesso!

img-responsive

La ricetta

  • Portata - Primi
  • Preparazione - 20'
  • Cottura - 40'
  • Porzioni - 4 persone

Ingredienti

pere abate piccole – 4
succo di limone – 1/2
porri grandi – 2
patate medie – 1
brodo vegetale – q.b. (circa 1,2 lt)
erba cipollina – 1 mazzetto
alloro – 2 foglie
olio extravergine di oliva – 3 cucchiai
sale e pepe bianco – q.b.

Preparazione

Per preparare la vellutata di pere e porri inizia pulendo i porri: elimina le radichette, la parte verde superiore e la guaina esterna più dura, poi con un coltellino affilato incidi la pelle e ricava due strati: dovrai tagliarli a listarelle molto sottili* perché ti serviranno per guarnire il piatto.

Affetta il resto dei porri a listarelle sottili e falli appassire in una casseruola dai bordi alti con due cucchiai di olio e le foglie di alloro, cuocendoli con coperchio a fuoco basso finchè diventeranno trasparenti. Ti serviranno una ventina di minuti.

A questo punto aggiungi in pentola la patata, sbucciata e tagliata a cubetti molto piccoli. Mescola e aggiungi il brodo vegetale caldo, quanto basta per coprire completamente le verdure. Regola di sale e pepe e prosegui la cottura con coperchio, a fuoco medio, per altri 10 minuti.

Ricava dalle pere la parte centrale completa di picciolo e irrora le 4 parti ottenute con il succo di limone. Elimina la buccia dai pezzi di pera rimanenti, tagliali a tocchetti e aggiungi in pentola lasciando cuocere fino a quando anche le pere saranno diventate morbide.

Togli la casseruola dal fuoco e frulla tutto con un frullatore a immersione fino a ottenere una crema vellutata e omogenea.

Passa alla decorazione: scalda bene una griglia e griglia le fette di pera da entrambi i lati. Passa poi sulla griglia i fili di porro** mescolandoli con un cucchiaio di legno finché risulteranno dorati.

Suddividi la zuppa in ciotole individuali e guarnisci ognuna con una fetta di pera grigliata, qualche ciuffo di porro, erba cipollina tagliata a tocchetti, un giro di olio a crudo e una spolverata di pepe. Gusta la tua vellutata di pere e porri ben calda accompagnandola con fette di pane tostato! Buon appetito.

Vellutata di pere e porri ricetta vegan

Note

* Per ottenere listarelle sottilissime ti consiglio di aprire bene con le mani il “foglio” di porro e riporlo in frigorifero disteso tra due piatti per una mezz’ora. In questo modo otterrai una cuticola ben distesa che riuscirai facilmente a incidere seguendo le venature verticali naturalmente presenti.

** Anziché grigliarli, puoi decidere di friggere i tuoi “fili” di porro. Otterrai un risultato ancora più gustoso anche se le calorie aumenteranno un pò!

Può esserti utile sapere che…

Se non consumerai subito la tua vellutata, conservala in frigorifero per tre/quattro giorni in un contenitore a chiusura ermetica. In questo caso ti consiglio di preparare i porri e le pere grigliate al momento di servire in modo da preservarne colore e croccatezza.


Per tutte le novità dalla mia cucina, per chiedermi consigli e suggerimenti

o anche solo per salutarmi…segui la mia pagina FACEBOOK 

PAPILLAMONELLA

e il mio profilo INSTAGRAM @papillamonella

Ti aspetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.