Tartufini di pandoro con nocciole paprika e sesamo

E dopo la ciambella a base di avanzi di panettone non potevo esimermi dall’offrirvi una idea per riutilizzare fette di pandoro ciondolanti per casa. E quale giorno migliore dell’Epifania? Dopotutto oggi salutiamo ufficialmente le Feste e presto ci toccherà riporre albero e luci fino al prossimo lontanissimo Natale.

Vi confesso che l’atmosfera natalizia mi mancherà un bel pò, se non altro a livello fotografico: per la foodphotography il Natale è una vera… manna dal cielo 😀

In effetti tra lucine, pigne, bacche e vischio ogni accessorio sembra fatto apposta per dare risalto e impreziosire piatti dolci e salati. Che in poche mosse e con pochissimo sforzo diventano allegri, o chic o shabby ma comunque sempre bellissimi e gioiosi. Ditemi che non sono l’unica a pensarla così please!

Comunque, ieri con il set di questa ricetta mi sono sbizzarrita e sono pronta a dire ciao ciao al Christmas mood. Anche perchè ho i miei golosi tartufini a consolarmi! Li ho preparati anche classici, con cocco rapè, ma vi assicuro che la versione “Papilla” è incredibilmente più golosa. La speziatura regalata dalla paprika si sposa alla sapida croccantezza del sesamo tostato a cui la dolcezza del pandoro fa da perfetto contraltare. E la nocciola è il goloso sigillo di un boccone che è un piccolo capolavoro di bontà e gusto! Non ci credete? E allora non vi resta che provare… e salutare le Feste in dolce e originale compagnia! Enjoy ♥

img-responsive

La ricetta

  • Portata - Dolci
  • Preparazione - 20'
  • Porzioni - 18 tartufini circa

Ingredienti

pandoro avanzato – 250 g
ricotta fresca – 100 g
zucchero a velo – 2 cucchiaini
nocciole – 20
sale – 2 prese

Per guarnire

paprika dolce* – 6 cucchiai
olio di semi – 80 ml
semi di sesamo – 200 g

Oppure

cocco rapè – 200 g
olio di semi – 80 ml

Preparazione

Per preparare i tuoi tartufini di pandoro con nocciole paprika e sesamo inizia con il pandoro: taglialo a dadini e poi sminuzzalo con la punta delle dita fino a ottenere un composto formato da piccoli pezzetti**.

Disponi il pandoro sminuzzato in una ciotola e aggiungi la ricotta, il sale e lo zucchero a velo. Inizia a mescolare con una forchetta e poi passa alle mani amalgamando bene il composto in modo da ottenere un impasto omogeneo e ben lavorabile.

Dividi l’impasto in piccoli pezzi da circa 20 g l’uno (le dimensioni di una piccola noce), arrotonda ogni pezzo di impasto tra i palmi, crea una fossetta nel mezzo e inserisci una nocciola. Richiudi l’impasto sulla nocciola e arrotondalo ancora in modo da ottenere una forma perfettamente sferica.

Prepara il sesamo tostando i semi in pentola antiaderente ben calda senza aggiungere grassi. Saranno pronti quando avranno assunto un bel colore dorato e rilasceranno il loro profumo. Trasferiscili in una bacinella larga.

Disponi sul piano di lavoro la bacinella con il sesamo tostato e due ciotole, una con la paprika e l’altra con l’olio di semi. Rotola ogni pallina nella paprika poi ungila con l’olio di semi, aiutandoti con i polpastrelli. A questo punto rotola ogni sfera nel sesamo facendo ben aderire i semini alla superficie.

I tuoi tartufini di pandoro con nocciole paprika e sesamo sono pronti da gustare!

Note

* Se ami le spezie e ti piace sperimentare nuovi abbinamenti puoi provare ad utilizzare un mix di paprika dolce e affumicata!

** Per velocizzare questa operazione puoi utilizzare un piccolo robot da cucina munito di lame

Parola d’ordine riutilizzo

Se c’è una cosa che amo fare, è dare nuova vita ad ingredienti che ho in casa e il cui sapore mi è ormai stra-noto. Ammetto che pandoro e panettone si prestano egregiamente alle idee del riutilizzo perchè chi di noi ne acquista uno solo (per non parlare di quelli che vengono regalati)? E allora eccoti qualche altra idea per riutilizzare questi golosi dolci natalizi che se già di per sè sono dei capolavori di gusto, sanno sorprendere occhi e palato anche come ingrediente di idee golose e creative!

Al di là dei dolci e delle Feste, ti consiglio comunque di dare un’occhiata alla categoria “riciclo creativo” che trovi sul blog… magari troverai quella perfetta per dare nuova vita a ciò che giace nella tua dispensa da tempo immemore 😉

Può esserti utile sapere che…

I tuoi tartufini si manterranno perfettamente per 3/4 giorni conservandoli in frigorifero. Come puoi vedere nelle fotografie, io ne ho preparato metà con la paprika e metà semplicemente rotolando i tartufini nell’olio e poi nel cocco rapè..

Questa ricetta è SENZA cottura.


Vuoi chiedermi consigli e suggerimenti, raccontarmi le tue idee o anche solo salutarmi?

Ti aspetto sulla mia pagina FACEBOOK  PAPILLAMONELLA

e sul profilo INSTAGRAM @papillamonella 

Ci vediamo lì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.