Torta di pesche frullate al timo senzaburro

E’ finalmente arrivato il momento della pesca! Dolce, saporita, succosa…non ne avrei mai abbastanza!

La considero un vero jolly in cucina per sperimentare nuove  e inedite combinazioni di sapore sia in ambito salato che dolce perché la sua acidità c’è ma è quasi impercettibile, il suo profumo è delizioso e si sposa perfettamente a tanti, tantissimi ingredienti diversi. E allora via, proviamo ad unirla a quegli albumi che devo proprio riciclare e a del profumato timo fresco e vediamo un pò cosa succede…

..ehmmm…cosa succede? Succede che devi stare attenta a salvare il dolce dalle fauci di Mr B famelici che gironzolano per casa e che, dopo averne provata una fettina, la divorerebbero tutta subito. Si perché questo dolce, che è nato come un esperimento un po’ azzardato, si è rivelato una assoluta delizia!

Non farti ingannare dal suo profumo “panoso” in cui il timo predomina: il sapore è tutta un’altra cosa! Ho utilizzato solo albumi e olio di semi per questa delizia light che è perfetta a colazione ma che si trasforma facilmente in un dessert raffinato e originale se accompagnata da una crema o una coulis di frutta fresca.

Originale, leggera, curiosa e gustosa. Cosa aspetti? Prova….per credere 😉 Enjoy ♥

img-responsive

La ricetta

  • Portata - Dolci
  • Preparazione - 10'
  • Cottura - 55'
  • Dimensioni teglia - Tonda Ø 22 cm

Ingredienti

PER LA TORTA

230 gr – pesche frullate
250 gr – farina 00
50 gr – fecola di mais (Maizena)
120 gr – olio di mais
100 gr – zucchero di canna integrale
100 gr – zucchero semolato
5 – albumi
16 gr – lievito biologico senza glutine S.Martino (1 bustina)
1 pizzico – sale
1 pizzico – cannella bio in polvere
1 – scorza limone bio
2 cucchiai – foglie di timo fresco
30 gr – granella di zucchero

PER LA FINITURA

q.b. – zucchero a velo
1 cucchiaio – coulis di pesche | ricetta QUI
3 fettine – pesche con buccia

Preparazione

Laviamo i rametti di timo, lasciamoli asciugare all’aria e stacchiamo le foglioline tenendole da parte.

Laviamo e sbucciamo le pesche. Tagliamole a pezzi e inseriamole nel boccale del robot da cucina. Aggiungiamo l’olio e frulliamo per 2’.

Uniamo i due zuccheri, un pizzico di sale, la buccia del limone e frulliamo ancora fino ad ottenere un composto omogeneo. Trasferiamolo in una capiente ciotola

Montiamo a neve ferma gli albumi e uniamoli al composto utilizzando una spatola e muovendola con movimenti circolari dall’alto verso il basso così da non smontarli.

Setacciamo la farina e aggiungiamola al composto sempre mescolando con la spatola e facendola ben assorbire. Aggiungiamo ora il lievito, amalgamiamolo e terminiamo unendo un cucchiaio di foglioline di timo e una punta di cucchiaino di cannella in polvere.

Foderiamo una tortiera con carta forno (per conoscere il procedimento guarda QUI) oppure imburriamola e infariniamola bene.  Versiamo al suo interno il composto e cospargiamo la superficie con la granella di zucchero e il rimanete cucchiaino di foglie di timo.

Cuociamo in forno statico già caldo a 180° per 45’, e terminiamo con modalità ventilata per gli ultimi 10’ stando attenti a non far scurire troppo la superficie del dolce, eventualmente proteggendolo con un foglio di inox bucherellato.

Lasciamo raffreddare la torta prima di servirla e, una volta fredda, spolverizziamola con poco zucchero a velo.

Torta di pesche frullate al timo ricetta light

Torta di pesche frullate al timo ricetta facilePuò esserti utile sapere che…

Se vuoi servire la torta di pesche frullate al timo come raffinato dessert, accompagnala a una coulis fredda alla pesca e a qualche fettina di pesca spolverata di zucchero a velo.

La coulis si prepara in un attimo e rende il dolce raffinato e ancora più buono! Vuoi sapere come fare? Guarda QUI 😉

La torta di pesche frullate al timo è una ricetta SENZA burro e SENZA tuorli

Per tutte le novità dalla mia cucina, per chiedermi consigli e suggerimenti o anche solo per salutarmi…segui la mia pagina FACEBOOK 

PAPILLAMONELLA

e il mio profilo INSTAGRAM @papillamonella

Ti aspetto!

22 risposte a “Torta di pesche frullate al timo senzaburro

    1. Si Germana, l’ho pensata proprio per tuffarla nel latte…ma abbinata ad una crema ti assicuro che fa un figurone anche a fine pasto 😉 L’accostamento pesche/timo infatti è davvero originale e raffinato

  1. Questa torta ha un aspetto davvero invitante e deve essere buonissima…ho tante pesche a casa in questo periodo e penso proprio che proverò la tua ricetta..grazie!!!

  2. Adoro le erbe e ne coltivo tante per averle sempre fresche e a portata di mano: mi è piaciuta molto la tua idea di accostare l’aroma del timo alle pesche…complimenti 🙂

    1. Grazie mille Vittoria!!! Anche io amo le erbe e appena arriva la stagione trasformo il balcone in un’isola di piantine profumate 🙂 Come te, non potrei proprio farne a meno in cucina!!!

  3. Questa mi è davvero nuova pesche e timo.. Tu fai sempre degli abbinamenti particolari… è proprio per questo che mi piace il tuo blog .. bravissima

    1. 🙂 🙂 🙂 Grazie tesoro…cerco sempre di stupire prima di tutto me stessa in cucina…e a volte il risultato premia, come in questo caso!

    1. Grazie mille tesoro, il profumo del timo lascia presagire un assaggio non così dolce, mentre al palato questa torta è davvero sorprendente. Provala, ne vale la pena 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.