Vellutata di cavolo cappuccio e porro

Fino a ieri pensando al cavolo cappuccio la mia testa produceva un clik e mi linkava immediatamente verso crauti & wurstel di teutonica tradizione….fino a ieri, appunto! Ovvero finchè mi sono ritrovata con un surplus di cavolo rosso che andava consumato in fretta, e di wurstel nemmeno l’ombra (vade retro, d’altronde ;)) E allora tac, ecco trasformato il nostro beneamato cavolo in una deliziosa vellutata.

Ero un po’ scettica circa il sapore (temevo rimanesse troppo deciso) e invece, sorpresa delle sorprese, la delicatezza di questo semplice piatto mi ha fatto ricredere su tutta la linea. Tra l’altro, ho scoperto che il cavolo cappuccio è uno degli ortaggi più nutrienti del mondo…con buona pace dei wurstel rimasti orfani. 😉 Enjoy ♥

img-responsive

La ricetta

  • Portata - Primi
  • Preparazione - 15'
  • Cottura - 30'
  • Porzioni - 4 persone

Ingredienti

1 e 1/2 – cavolo cappuccio rosso
1 – porro
3 cucchiai – latte scremato
q.b. – olio e.v.o. / pepe / sale
q.b. – brodo vegetale e/o dado vegetale

Preparazione

 

Tagliamo il porro a rondelle fini e il cavolo cappuccio a striscioline, tenendone da parte alcune per la decorazione finale. Laviamo accuratamente le verdure e in pentola a pressione facciamo stufare a fuoco medio il porro con un filo di olio, due cucchiai di acqua e poco dado vegetale.

Una volta che il porro sarà morbido, aggiungiamo il cavolo mescolando bene (aggiungiamolo poco a poco, per facilitare l’operazione) e facciamolo rosolare per 5′ a fuoco vivace.

Copriamo a filo con brodo vegetale (il mio era stato preparato in precedenza stufando sempre in pentola a pressione gli scarti di un cespo di sedano, 1 porro e tre finocchi uniti ad una manciata di sale grosso) e lasciamo cuocere 20′ dal fischio della pentola.

Passato il tempo, togliamo dal fuoco e lasciamo aprire la pcon il raffreddamento (per intenderci: non fate sfiatare manualmente la valvola ma lasciate raffreddare – ci vorranno circa 25′). Aggiungiamo il latte e frulliamo molto bene con un frullatore ad immersione, fino ad ottenere una crema vellutata.

Aggiustiamo di sale e pepe e serviamo guarnendo la vellutata con le strisce di cavolo cappuccio tenute da parte, fiocchi di sale nero e olio e.v.o. a filo.Vellutata di cavolo cappuccio e porro ricetta light

Può esserti utile sapere che…

Una volta aperta la pentola si può prelevare qualche mestolo di brodo conservandolo in una tazzina e aggiungendolo man mano che si frullerà il tutto. In questo modo regolare la cremosità finale sarà un gioco semplice 🙂

La vellutata di cavolo cappuccio e porro è ottima anche riscaldata il giorno dopo!

Per dare una marcia in più  a questo piatto, puoi servirlo accompagnato da

  • un cucchiaio di yogurt greco aggiunto al centro
  • dei crostoni di pane bruschettato
  • un mix di semi (lino/girasole/zucca/sesamo) e mandorle a scaglie tostati in padella per qualche minuto
  • del parmigiano grattugiato e/a scaglie, oppure…via libera alla fantasia!!!

Per tutte le novità dalla mia cucina, per chiedermi consigli e suggerimenti o anche solo per salutarmi…segui la mia pagina FACEBOOK 

PAPILLAMONELLA

e il mio profilo INSTAGRAM @papillamonella

Ti aspetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.