Orzetto carciofi e zafferano

Oggi voglio proporre una variante “chic” e raffinata del solito orzetto! Ho sempre considerato i carciofi estremamente regali…sarà perché la parte superiore somiglia vagamente a una corona? Eppure quando si dà del carciofo a qualcuno…..di solito non è che si voglia proprio definirlo un principe azzurro 😀

A prescindere dalle associazioni dissociate della mia fervida immaginazione, i carciofi sono davvero buoni soprattutto ora che siamo nel pieno della loro stagione. Se poi li sposiamo a un prezioso zafferano in pistilli ecco un piattino da veri gourmet, facile facile da preparare ma davvero buono e scenografico.

Potrete fare un figurone con i vostri ospiti…e senza affanno: questo piatto non è un risotto e non richiede una cottura al momento. Può essere preparato in anticipo, quindi potrete servirlo nei pranzi in famiglia senza l’ansia di dover lavorare ai fornelli anche quando gli ospiti saranno già tutti a tavola! Enjoy ♥

img-responsive

La ricetta

  • Portata - Primi
  • Preparazione - 25'
  • Cottura - 40'
  • Porzioni - 4 persone

Ingredienti

240 gr –  orzo perlato
4 – carciofi piccoli
2 – spicchi di aglio in camicia
1 – cipolla dorata
1 presa – zafferano in pistilli
1 – limone
1 bicchiere – vino bianco fermo
1 lt circa – brodo vegetale
q.b. – olio e.v.o. / sale / pepe
1 – crosta di parmigiano reggiano senza caglio animale

Preparazione

Eliminiamo i gambi e le foglie più dure dei carciofi, tagliamoli a metà, priviamoli della barba interna, tagliamoli a fettine sottili e tuffiamoli in una ciotola di acqua acidulata con il succo del limone per evitare che anneriscano.

Mettiamo a bagno l’orzo in una ciotola di acqua, scoliamo e asciughiamo i carciofi. In una pentola antiaderente facciamo stufare per 5’ i due spicchi di aglio in camicia con un filo di olio e 2 cucchiai di acqua, quando l’aglio avrà rilasciato il suo profumo togliamo gli spicchi e facciamo rosolare i carciofi a fiamma vivace. Sfumiamo con ½  bicchiere di vino e lasciamoli cuocere 5’ – dovranno risultare ancora al dente.

Scaldiamo il brodo e lasciamolo sobbollire a fuoco lento, nel frattempo in una pentola capiente facciamo appassire la cipolla che avremo tritato finemente con 2 cucchiai di olio e.v.o. Quando la cipolla sarà diventata trasparente, aggiungiamo l’orzetto scolato e tostiamolo per 2’ circa.

Scaldiamo il mezzo bicchiere di vino rimasto e sfumiamo l’orzo con il vino bollente, quando l’alcool sarà evaporato (ci vorranno circa 5’) uniamo il brodo fino a coprire l’orzo e i pistilli di zafferano. Cuociamo per 10’ a fuoco dolce mescolando solo un paio di volte.

Uniamo metà dei carciofi precedentemente preparati e la crosta di parmigiano reggiano tagliata in piccoli pezzi, aggiungiamo brodo a coprire e portiamo a termine la cottura. Ci vorranno circa 30’durante i quali dovremo controllare che l’orzo sia sempre coperto di brodo perché tende ad assorbire molto i liquidi.

Lasciamo riposare 5’, distribuiamo l’orzetto nei piatti e completiamo con i carciofi rimasti e un giro di pepe nero appena macinato.Orzetto carciofi e zafferano ricetta light

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.