Torta di Natale vegan naked cake

Ormai lo sapete bene: quando la sfida tra i fornelli chiama… la Papilla risponde 😀 E così quando Fackelmann Italia mi ha chiesto di realizzare una torta completamente vegan ma regale e scenografica, perfetta da portare in tavola nel momento più bello e magico dell’anno beh, non ho lasciato passare tempo e mi sono subito messa all’opera.

Mi sono divertita un sacco, sia a creare la consistenza perfetta del pan di Spagna al cacao (ammetto che lo stampo a strati è stato una manna dal cielo per ottenere un risultato perfetto senza faticare) sia a preparare un ripieno che nella sua semplicità fosse goloso come non mai e perfetto per concludere pranzi e cene in deliziosa leggerezza! E così eccola qui, la torta vegan di Natale più semplice e scenografica di sempre. Se la proverete fatemi sapere, mi raccomando 🙂 Io sono molto orgogliosa della mia “creatura” anche perchè quando l’ho portata in tavola è finita in un attimo nel consenso generale, e nessuno credeva fosse senza latticini nè uova! E adesso forza, tutti all’opera… c’è un bellissimo dolce da preparare! Enjoy ♥

img-responsive

La ricetta

  • Portata - Dolci
  • Preparazione - 50'
  • Cottura - 30'
  • Porzioni - 6 persone
  • Dimensioni stampo - Ø 17 cm

Ingredienti

Per le basi di pan di Spagna

farina 1 -200 g
farina di farro – 100 g
cremor tartaro – 8 g
bicarbonato – 4 g
cannella – 1 cucchiaino
zucchero di canna fine – 200 g
cacao amaro – 30 g
sale – 1 presa
olio di semi – 100 ml
latte di soia – 350 ml
maraschino – 80 ml
acqua – 80 ml

Per farcire

formaggio vegetale spalmabile – 450 g
zucchero a velo – 100 g
cocco rapè – 20 g
granella di nocciole – 10 g
composta di frutti rossi – 250 g

Per decorare

ribes freschi – 2 rametti
foglioline di mirto – q.b.
frollini a piacere ( i miei li ho preparati con questa ricetta)

Preparazione

Per preparare la tua torta di Natale vegan naked cake inizia con il pan di Spagna: in una ciotola capiente unisci le farine con il cacao in polvere, lo zucchero, il cacao, il cremor tartaro, il bicarbonato e la cannella. Mescola con una frusta a mano per amalgamare bene le polveri.

In un’altra ciotola unisci il latte, l’olio e il sale. Mescola poi versa i liquidi sulle farine, sempre mescolando con la frusta a mano fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi.

Dividi l’impasto nelle 4 tortiere* unte con staccante e cuoci in forno statico già caldo a 180° per 30 minuti. Estrai le basi, lasciale intiepidire e toglile dagli stampi.

Prepara la farcia: unisci il formaggio spalmabile e lo zucchero setacciato con un colino a maglie fini, mescola bene e trasferisci il composto in una sac a poche.

Torta di Natale vegan pan di spagna In un’altra sac a poche inserisci la composta di frutti rossi. Sei pronto a creare la tua naked cake: poni un disco di pan di Spagna sul piatto da portata e bagnalo con l’acqua ben mescolata al maraschino facendo assorbire il liquido il più possibile. Crea con la crema di formaggio tre cerchi partendo dal diametro esterno. Tra i cerchi di formaggio spremi la composta di frutta poi ricopri tutto con il cocco rapè** mescolato alla granella.

Torta di Natale vegan farcitura

Procedi nello stesso modo per gli altri strati e termina con il formaggio spalmabile, distribuendolo anche sui lati della torta e stendendolo con una spatola per ottenere un effetto semi trasparente.

Naked cake vegan di Natale

Decora con ciò che preferisci: frutta fresca, ramoscelli di mirto o rosmarino, frutti rossi o biscottini vegan. Gusta la tua deliziosa torta di Natale vegan naked cake in tutta la sua leggera bontà!

Torta di Natale vegan

Torta di Natale vegan naked cake

Torta di Natale vegan Fackelmann

Torta di Natale vegan Fackelmann

Torta di Natale vegan naked cake

Note

* Per preparare la mia torta a strati io ho utilizzato gli stampi “Modern Baking Retro Design” Dr Oekter Fackelmann  Una bella comodità che mi ha permesso di ottenere un risultato perfetto 🙂 Puoi anche optare per un classico stampo a cerchio apribile: in questo caso foderalo di carta forno, attendi che la torta sia completamente fredda poi taglia i tuo dischi aiutandoti con un coltello ben affilato.
** Che differenza c’è tra cocco rapè e farina di cocco? La farina di cocco si ricava dalla polpa del frutto dopo che questa è stata disidratata e grattugiata e si presenta sotto forma di polvere finissima. Il sapore di cocco è delicato. Il cocco rapè invece ha una grana più grossa, un sapore più marcato e si presenta come un mix di tante piccole scagliette. Anche qui si tratta della polpa del frutto disidratata, ma macinata in modo più grezzo e facilmente reperibile.

Dolci vegan, buoni e adatti a tutti

Se mi segui sai bene quanto io sia fan della pasticceria vegana, che regala gusto senza appesantire e soprattutto che può dare vita a dolci sani e delicati perfetti per colazioni e merende a tutta golosità e leggerezza. Se questa torta ti ha conquistato dai un’occhiata anche alle seguenti ricette. Non te ne pentirai 😉

Può esserti utile sapere che…

La tua torta di Natale vegan va consumata entro un paio di giorni conservandola a temperatura ambiente oppure entro tre/quattro giorni se la riporrai in frigorifero

Questa ricetta è SENZA lattosio e SENZA uova.


Per tutte le novità dalla mia cucina, per chiedermi consigli e suggerimenti

o anche solo per salutarmi… segui la mia pagina FACEBOOK 

PAPILLAMONELLA

e il mio profilo INSTAGRAM @papillamonella

Ti aspetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.